Boronia

La più recente aggiunta alla collezione di fragranze botaniche è stata affidata nuovamente a Bertrand Duchaufour ed è ispirata al fiore nativo dell’Australia più iconico e indimenticabile, la Boronia (Boronia megastigma).

“Il paradosso della Boronia è davvero qualcosa di magico” dice Saskia riguardo a questo fiore tipico delle immense distese australiane dove lei stessa ha trascorso la sua infanzia: “un piccolo fiore selvaggio e poco appariscente, capace però di sprigionare un profumo narcotico ed evocativo”. Raccolto in Tasmania, dai caratteristici sentori ricchi e aromatici, è particolarmente apprezzato dai maestri profumieri che prediligono note agresti. Questa moderna interpretazione creata da Duchafour affianca ad un accordo verde e aromatico note corpose e zuccherine di Cognac. Il cuore profondo di té nero e tabacco è miscelato a resine avvolgenti. Il fondo si apre alla morbidezza della pelle scamosciata (suede), a note gourmand di caramello che anticipano una scia dorata di legni chiari.

Famiglia olfattiva: Chypre verde
Note di testa: cognac, Note verdi aromatiche
Note di cuore: té nero, resine calde, tabacco
Note di fondo: suede, caramello, legni asciutti.

Articoli simili